Matheolae Gregorianae Voces


Sorge nel seno del Coro della Polifonica Materana “Pierluigi da Palestrina” nel 2001 per iniziativa del M° Carmine Antonio Catenazzo, Direttore del Coro stesso, grazie all’entusiasmo di un gruppo di cantori già nell’organico del Coro. L’obiettivo è la divulgazione del canto gregoriano in tutte le sue espressioni, dagli Inni, alle Antifone, ai Salmi, alle Messe, per valorizzare l’immensa suggestione di questa antichissima forma di canto, nonché del repertorio vastissimo e, per la maggior parte, sconosciuto. Già nelle prime esibizioni la Schola si è fatta apprezzare per la fusione delle voci e per la accuratezza interpretativa. Interessante è l’esecuzione della Messa della Madonna tratta dai “Fiori Musicali” di G. Frescobaldi, che prevede l’alternarsi di frasi gregoriane con frasi organistiche.

Sorge nel seno del Coro della Polifonica Materana “Pierluigi da Palestrina” nel 2001 per iniziativa del M° Carmine Antonio Catenazzo, Direttore del Coro stesso, grazie all’entusiasmo di un gruppo di cantori già nell’organico del Coro.
L’obiettivo è la divulgazione del canto gregoriano in tutte le sue espressioni, dagli Inni, alle Antifone, ai Salmi, alle Messe, per valorizzare l’immensa suggestione di questa antichissima forma di canto, nonché del repertorio vastissimo e, per la maggior parte, sconosciuto.
Già nelle prime esibizioni la Schola si è fatta apprezzare per la fusione delle voci e per la accuratezza interpretativa. Interessante è l’esecuzione della Messa della Madonna tratta dai “Fiori Musicali” di G. Frescobaldi, che prevede l’alternarsi di frasi gregoriane con frasi organistiche.